WLYM testa
Studios sonoria corte
The recording studio is a second home for every musician or sound engineer.

All interiors are designed to allow natural light to spread into the rooms through some large windows in the roof, making much more comfortable the daily work in the studio.

Inside were used refined and valuable materials such as wood, chestnut beams, Tuscan terracotta, in perfect union with the original structure made of river stones, dating back to late ‘800.

The Control Room was realized after the completion of the recording room. The control room has a natural environment with a reverberation time and a sound comparable to the recording room, in order to perceive the exact amount of its natural reverberation

The sound of the recording room is designed to enhance the sound characteristics of each individual instrument. An anechoic or too reverberant room could produce an unnatural timbre of the acoustic instruments, on which is focused the most of our attention.

The recording room is realized with a constant reverberation time at all frequencies, with five large wooden diffusors designed to obtain excellent results without stationary waves on the low frequencies.

Their complement is the side wall made of stone, 12 meters long, which offers a great spread on medium and high frequencies.

The room is divided by a glass partition that includes all its width. The glass structure, partially or totally removable to enlarge the overall space of the room, is made of a material with superb soundproofing properties (Stadip Silence ™, the same used in the airports) that allows the division of the entire room, keeping the musicians still in view.

In the recording room is located a modular ISO-box which dimensions are variable starting from about 6 sqm to 10 sqm.

Each studio room is wired – in every direction – with audio, video, MIDI, Word Clock. The two control rooms can therefore collect material from all areas of the facility: in addition to both recording rooms, the two living rooms, the office, the two ISO box and the bathroom as well.

The studio B (about 36 square meters), includes a control room and a recording room. It has a common entrance and an independent access which, if necessary, allows two contemporary works without causing mutual nuisance.

Lo studio di registrazione è una seconda casa per ogni musicista o fonico che ci lavora.

Tutti gli interni sono realizzati in maniera da permettere alla luce naturale di diffondersi nei locali attraverso ampie finestre e lucernari a tetto, rendendo più confortevole il lavoro durante le sessioni di registrazione.

Al suo interno sono stati impiegati esclusivamente materiali come legno, travi di castagno e cotto toscano, in unione perfetta con l’originaria struttura in pietra di fiume, risalente alla fine dell’800.

La Control Room è stata realizzata dopo l’ultimazione della sala di ripresa. Infatti, in regia si trova un ambiente con riverberazione naturale comparabile a quello di registrazione, in modo da percepire l’esatta quantità di riverbero naturale proveniente dalla sala.

Il suono della sala di ripresa è stato progettato per esaltare le caratteristiche sonore di ogni singolo strumento. Una sala anecoica o troppo riverberante renderebbe innaturale il timbro degli strumenti acustici, elementi cui sono dedicate maggiormente le nostre attenzioni. Per questo è realizzata con un tempo di riverbero costante a tutte le frequenze, con cinque grandi diffusori di legno progettati per ottenere risultati eccellenti, senza stazionarie, sulle frequenze basse. A complemento c’è il muro laterale in pietra lungo ben 12 metri, che offre un’ottima diffusione sulle frequenze medio-acute.

La sala è divisa con una vetrata che comprende tutta la sua larghezza. La vetrata, parzialmente o totalmente removibile per allargare lo spazio interno, è realizzata con un materiale ad altissimo potere insonorizzante (Stadip Silence™, lo stesso utilizzato negli aereoporti) che permette la divisione in due sale separate, con i musicisti sempre in vista.

Nella sala di ripresa è presente un box componibile che parte da circa 6 mq fino ad arrivare a 10mq.

Ogni ambiente dello studio è cablato, in ogni direzione, con audio, video, MIDI, Word Clock. Le due regie possono dunque prelevare materiale da tutti gli spazi dello studio: oltre alle sale di ripresa, dalle due living rooms, dall’ufficio, dai due ISO box e anche dal bagno.

Lo studio B, di circa 36 metri quadrati, comprende una regia ed una sala di ripresa. Ha un’entrata comune e una indipendente che, all’occorrenza, permette a due lavori contemporanei di non recarsi reciproco fastidio.